PRIMO UTILIZZO PRATICHE - 06 - NUOVA TIPOLOGIA PRATICA

Dal menu Pratiche seleziona
Archivio Tipologie Pratiche


La scheda che si apre presenta sulla sinistra l'elenco delle tipologie pratica e sulla destra l'elenco degli STATI, INCARICHI, ATTIVITA' relative alla Tipologia Pratica Selezionata.


Come vediamo dall'immagine al primo avvio e' presente un'unica tipologia PRATICA STANDARD con i relativi 3 stati:

  • RICEVUTO
  • IN LAVORAZIONE
  • CHIUSO
Clicchiamo sul tasto INS sotto la colonna delle Tipologie Pratica (sinistra) per creare una nuova tipologia.


Quella che si apre è la scheda di inserimento nuova Tipologia Pratica, da non confondere con una nuova pratica. La scheda è composta da due sezioni (tab control) : Generale e Avanzate.


Come prima cosa diamo un "nome" alla Tipologia Pratica che stiamo creando valorizzando il campo obbligatorio Descrizione. Oltre alla descrizione dobbiamo inserire un Codice Rapido anch'esso obbligatorio e un colore (opzionale) che indentifichera' visivamente la pratica all'interno della Dashboard di lavoro.


Subito sulla destra troviamo un primo gruppo di opzioni, di seguito le analizzeremo singolarmente.


Se selezionato nasconde nella scheda Inserimento Nuova Pratica il campo Data Ricezione Studio.


Attivo per default.
Se deselezionato impedisce agli operatori la modifica dello Stato Attivita' (vedremo in seguito di cosa si tratta).


Se selezionato obbliga gli operatori che lavorano la pratica a procedere tramite Attivita' Automatizzate(vedremo in seguito di cosa si tratta).


Se selezionato alla creazione della pratica verranno precaricati gli Incarichi Predefiniti (vedremo in seguito di cosa si tratta).


Se selezionato rende il campo Scadenza obbligatorio. E' altresi' possibile decidere in questa fase quanti giorni devono essere impiegati (al massimo) per il disbrigo della pratica. E' ovviamente un valore iniziale che potra' comunque essere variato in fase di lavorazione.


Gruppo AGENDA.
Le impostazioni di questo gruppo consentono di personalizzare gli appuntamenti che verranno creati automaticamente al momento della creazione della pratica (non della Tipologia Pratica ma della pratica vera e propria). Il campo Priorità determina.......
Il campo Preavviso consente di

stabilire quanto tempo prima (espresso in minuti, ore o giorni) il preavviso verrà inviato. I 3 checkbox seguenti su email operatori, su email ditta, su SMS ditta definiscono a chi verra' inviato il preavviso.
Il campo Operatore definisce a quale Operatore o Gruppo Operatori verra' inviata la segnalazione. Se si attiva il checkbox operatori assegnati la segnalazione verra' inviata agli operatori selezionati al momento della creazione della pratica.


Assegnazione Operatore e Segnalazione Nuovi Inserimenti.

Il gruppo Assegnazione Operatore permette di preimpostare a quali operatori verra' assegnata la pratica al momento della sua creazione. Inoltre e' possibile decidere se posticipare questa scelta selezionando il checkbox
"Assegnazione Manuale Operatore" , decidere se segnalare all'operapore l'assegnazione ("Segnala assegnazione all'operatore") e se segnalare anche tramite email ("Segnala tramite email").
Il gruppo Segnalazione Nuovi Inserimenti permette di inviare una segnalazione ad un operatore o ad un gruppo di operatori quando viene inserita una..... Si può decidere se inviare la segnalazione anche tramite email selezionando l'apposito checkbox.


TAB AVANZATE
Qui troviamo un insieme di campi che ci consentono di stabilire se la creazione di una pratiaca di questo tipo deve generare una Spesa. In tal caso e' possibile stabilire in quale Scheda Spese deve essere memorizzata (vedremo in seguito come gestire queste schede) , il sottoconto di riferimento (gestione contabilita') e l'importo della spesa.


L'opzione sottoconto ci consente di introdurre un concetto di funzionamento generale del software. L'icona lampo evidenziata nella fig.1 associata ad un determinato campo ci consente di aprire una scheda di ricerca veloce senza ABBANDONARE LA scheda (generalmente di inserimento o modifica) in cui ci troviamo.


In questo caso verra' richiamata la scheda di ricerca veloce SOTTOCONTI (fig.2). Vedremo in seguito la gestione dei sottoconti. In questa fase ci limitamo a dire che il software cotiene una lista di sottoconti generici utilizzabili fin dal primo utilizzo.


Una volta registrato, tornando alla scheda di Anagrafica Tipologie Pratiche, troveremo la tipologia appena inserita. Notiamo che sono stati automaticamente creati i 3 stati di base ovvero RICEVUTO, IN LAVORAZIONE e CHIUSO.